Se hai pensato di ristrutturare il tuo immobile o di acquistarne uno da ristrutturare, potrebbe essere il momento più adatto per approfittare e pianificare nei lavori alcuni interventi per il risparmio energetico, nell’ottica del rispetto dell’ambiente, e soprattutto per un futuro risparmio in bolletta. 

Un piccolo investimento iniziale potrà assicurarti un risparmio notevole sulla bolletta, accenderai meno i termosifoni e condizionatori riducendo il consumo di energia elettrica! Tieni in considerazione anche che il valore del tuo immobile aumenterà enormemente potendo guadagnare meglio se si decide di rivenderlo. 

Sicuramente il primo passo per un risparmio energetico ottimale può essere l’installazione di finestre isolanti certificate e che rispettano gli standard europei. Si tratta di finestre costituite da due lastre di vetro separate da aria compressa o gas nobile. Avendo infissi isolanti, è possibile mantenere una temperatura costante nella stanza sia in periodi invernali che estivi, permettendo in questo modo di diminuire l’uso di termosifoni o condizionatori, e per chi vive in città di ottenere anche un isolamento acustico. Inoltre, per evitare la formazione di muffa le finestre isolanti devono garantire un buon ricambio d’aria, resistere alle intemperie e al vento.

Un buon risparmio energetico può essere ottenuto anche con la tecnica del “cappotto termico” che consente l’isolamento termico e acustico dell’immobile, realizzabile con il rivestimento delle pareti tramite pannelli isolanti. Solitamente i pannelli sono applicati sulla parte esterna dell’edificio, non condizionando pertanto lo spazio interno delle stanze. A seconda delle necessità è possibile scegliere lo spessore dei pannelli, ma consultando un professionista del settore non si avranno problemi nella scelta.

Quando però non è possibile intervenire sulla facciata esterna del palazzo, è inevitabile che la scelta cada sul cappotto interno, come ad esempio nella ristrutturazione di un singolo appartamento in un condominio, oppure quando si deve isolare una sola stanza.

Quindi, approssimativamente l’87% delle spese energetiche per la tua abitazione, riguarda gli impianti. Mentre il restante 75% dei costi energetici è associato al riscaldamento e il 12% è dovuto alla produzione di acqua calda.

Per risparmiare ulteriormente ricorda di valutare le migliori offerte del mercato libero,se il contatore è già attivo occorrerà richiedere una voltura,nel caso non sia attivo un subentro  .

Ristrutturare casa con le migliori tecnologie, sfruttando anche le detrazioni, ti consentiranno di dimezzare l’investimento! Affidarsi ad un esperto ti permetterà di scegliere tra i diversi sistemi di riscaldamento, complementi e accessori dell’impianto come: pompe di calore, caldaie a condensazione, caldaie a legna o pellet, impianti solari termici, pannelli fotovoltaici, sistemi di ventilazione meccanica controllata, addolcitori per il trattamento acqua.

Noi di Sara Ristrutturare, possiamo anche darti tutti i consigli necessari per poter detrarre fino al 65% delle spese sostenute per i lavori, presentando la richiesta per l’agevolazione fiscale per risparmio energetico, in modo da ammortizzare i costi di ristrutturazione.

×